Sabato 24 marzo 2018

due affezionate follower di Cuore di Burro, Stefania e Luisella, hanno preso parte al corso Pan di Spagna home made, il primo di una serie di incontri per imparare le preparazioni di base.

 

Prima di iniziare sono state definite le tre regole fondamentali per la perfetta riuscita dell’impasto.

Luisella e Stefania hanno seguito la ricetta sulla propria dispensa e, dividendosi i compiti hanno pesato e inserito gli ingredienti in planetaria, la mia kitchen aid.

La mattina presto avevo preparato una crema pasticcera al limone, pronta per la farcitura.

La parte più delicata per la preparazione del pan di spagna è il momento in cui si incorpora nelle uova montate con lo zucchero, la farina.

Questo processo richiede cautela e pazienza, ma, se svolto a dovere, dà garanzia di perfetta riuscita.

Impasto pronto per il forno

Una volta messo l’impasto in cottura, abbiamo montato la panna con lo zucchero a velo con l’aiuto della kitchen aid e l’abbiamo riposta in frigorifero perchè la panna va mantenuta ben fredda sia prima di essere montata che dopo.

Ci siamo meritate una pausa caffè, che le ragazze hanno gradito ovviamente con un po’ di panna montata! Dopo circa 25 minuti la cottura è ultimata ma ci prendiamo qualche tempo per far raffreddare bene le torte e poterle tagliare con facilità.

torte sfornate, raffreddate e tagliate

Le due torte sono state tagliate, bagnate con bagna all’arancia e rhum, farcite con uno strato di lemon curd e crema pasticcera; infine sono state spatolate con la panna o meglio con la chantilly.

Bagna all’arancia e rhum

E’ sempre un piacere ospitare delle appassionate e e la soddisfazione di portare a casa un dolce semplice e buono è tanta!

La decorazione

 

Laura, Luisella, Stefania

Grazie Stefania e Luisella per aver partecipato.

 

 

Prossimi incontri – proposte

  • Facciamo le creme (pasticcera al limone- pasticcera al cioccolato – la crema al latte – Cheese cream – la Ganache)
  • Facciamo la frolla (crostata e crostatine)
  • Facciamo la pate aux choix (i bignè)

 

 

 

 

 

 

 

Laura Bosio

Mi chiamo Laura, classe 1971, piemontese di origine (papà Renato orgoglioso vercellese), brianzola d’adozione (Luca mio marito residente lì), amante di Milano sin da piccola (mamma Antonia milanese ha avuto la sua influenza sui miei gusti). Ho studiato Scienze dell’educazione e della formazione e lavoro da sempre in ambito sociale ed educativo, cercando di bilanciare come posso il mio ruolo di mamma (Andrea, Viola e la pelosina Pixie), con quello di lavoratrice a tempo pieno ed ora anche di blogger!.
Era circa nel 2008 quando si è impossessata di me una dolce ossessione, sfornare dolci, preparare dessert, studiare, fare corsi per imparare tutte le tecniche della brava pasticcera!
Fare dolci essenzialmente mi da gioia, è così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *