fetta di crostata semi integrale ai mirtilli
fetta di crostata semi integrale ai mirtilli

Ognuno ha la sua frolla e la sua ricetta, che forse si tramanda da madre in figlia, da nonna a nipote.

La ricetta per la pasta frolla, non mi è stata tramandata da mamma o nonna ma insegnata ad un corso di pasticceria base.

La frolla più gustosa ha davvero molto burro, almeno così mi ha insegnato il maestro Marco Galbusera ad uno dei miei primi corsi di pasticceria, ma la grande quantità di burro fa sì che l’impasto debba riposare parecchio nel frigorifero prima di essere steso.

E poi la stesura della frolla burrosa richiede un po’ di maestria manuale in più, infatti si spezza e si buca facilmente. Ma io vi do la soluzione: stendela tra due fogli di carta forno!

La ricetta che vi darò ora è equilibrata e facile allo stesso tempo.
Richiede un riposo in frigorifero più limitato, ma all’occorrenza, per le più impazienti, si può lavorare subito.

Ecco due versioni:

Crostata con marmellata di albicocche

crostata albicocche
crostata albicocche

Crostata semi- integrale con marmellata di mirtilli.

crostata semi integrale ai mirtilli
crostata semi integrale ai mirtilli
marmellate e frolle
marmellate e frolle

Le marmellate che ho scelto sono tra le mie preferite anche se la top  rimane quella di fragole, non trovate?
Quest’anno, visto che ho potuto fare una bella vacanza in Francia, sono tornata con tre vasoni da mezzo kilo, di marmellata Bonne Maman.

Questa marca si trova abbastanza facilmente anche nei nostri supermercati!

Marmellata bonne maman

Ancora un consiglio: la farina.
Ho trovato una farina eccezionale e biologica.

L’azienda che la produce si chiama IRIS, una cooperativa agricola in quel di Cremona.
Andate a vedere il sito.
www.irisbio.com

 

Ingredienti per una tortiera da 22 cm tonda

Tempo di preparazione: 5 min
Riposo: 30 minuti
Cottura: 30 min

 

  • 300 gr di farina 00 bio IRIS
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 110 gr di burro (io uso il Burro Casalingo Campo dei Fiori oppurre Beppino Occelli)
  • un uovo bio intero
  • mezza tazzina di acqua nella quale avrete sciolto mezzo cucchiaino di sale
  • scorza di limone o vaniglia in semini(quello che preferite).

 

Per la crostata semi integrale
utilizzate 100 gr di farina integrale e 200 gr di farina bianca 00

Procedimento

Fate ammorbidire il burro fuori frigo ma non eccessivamente ( se rimane troppo morbido non potrà tornare della consistenza adatta per essere steso agevolmente), tagliatelo a cubetti.

Se usate la planetaria montate il gancio a foglia e impastate il burro con la farina e lo zucchero.

Se non avete “mezzi” potrete tranquillamente fare tutto a mano sul piano di lavoro, formando una fontana con la farina e ponendo gli ingredienti liquidi al centro.
Unite poi la scorza di limone, acqua e sale e le uova. Non lavorate eccessivamente l’impasto. Formate velocemente una palla con le mani, copritela con la pellicola e riponetela in frigo almeno 30 minuti (se siete pazienti).
Riprendete la palla e stendete l’impasto su una superficie appena sporcata di farina, ad una altezza di 1 cm e mezzo.

Rivestite la vostra tortiera per crostata e bucherellate la superficie.

Vi avazerà un po’ di impasto. Adagiate sulla frolla tre o quattro generosi cucchiai di marmellata.
Stendete ancora l’avanzo di frolla e ricavate delle strisce regolari di varie lunghezza.

Formate una griglia sulla superficie della torta.

Ponete in forno a 180 per circa 30 minuti.

La frolla deve essere bella dorata e non pallida.
Lasciate raffreddare, state calme: non mangiatela subito!

Crostata Classica
Crostata Classica

Laura Bosio

Mi chiamo Laura, classe 1971, piemontese di origine (papà Renato orgoglioso vercellese), brianzola d’adozione (Luca mio marito residente lì), amante di Milano sin da piccola (mamma Antonia milanese ha avuto la sua influenza sui miei gusti). Ho studiato Scienze dell’educazione e della formazione e lavoro da sempre in ambito sociale ed educativo, cercando di bilanciare come posso il mio ruolo di mamma (Andrea, Viola e la pelosina Pixie), con quello di lavoratrice a tempo pieno ed ora anche di blogger!.
Era circa nel 2008 quando si è impossessata di me una dolce ossessione, sfornare dolci, preparare dessert, studiare, fare corsi per imparare tutte le tecniche della brava pasticcera!
Fare dolci essenzialmente mi da gioia, è così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *