sezione di pan di spagna farcito

La crema pasticcera è una preparazione di base.
Dobbiamo proprio imparare a farla…. Può essere davvero semplice se si conoscono dei problemi nei quali si può incorrere e sapere la loro soluzione.

La cosa più importante da tenere d’occhio è la temperatura (che non deve superare gli 80° altrimenti si raggruma e la si dovrà buttare via), la freschezza degli ingredienti e la pulizia degli utensili.

Se dovesse succedere che si formino i grumi, …beh…tenete un colino a maglie fitte a portata di mano e passate la crema al setaccio!

Dosi per fare la crema pasticcera
• 1 litro di latte
• 300 g di zucchero semolato
• la buccia di un limone non trattato
• mezza bacca di vaniglia
• 50 g di maizena (amido di mais reperibile in piccole confezioni nei supermercati) oppure 90 g di farina “00” oppure 80 g di fecola di patate
• 8 tuorli d’uovo (gli albumi non gettiamoli, ma utilizziamoli per fare “meringhe”)

tuorlo d'uovo

Procedimento
1. Mettiamo a bollire il latte in una pentola, a fondo alto e abbasta ambia da contenere anche il resto degli ingredienti, con la buccia di limone e la bacca di vaniglia.
2. A parte, in una ciotola mescoliamo lo zucchero con la maizena, quindi aggiungiamo i tuorli e frustiamo finché il composto si sia amalgamato e tende a schiarirsi.
3. Una volta che il latte bolle, togliere la buccia di limone e la bacca di vaniglia, abbassare la fiamma e incorporare il composto mescolando finché non inizia a risalire il bollore e quindi togliere dal fuoco.

crema pasticcera
Questa crema una volta raffreddata, avrà una consistenza adatta a tutte le preparazioni.
Per raffreddare la crema occorre versarla in un recipiente basso e largo e ricoprirla con la pellicola trasparente a contatto.

Laura Bosio

Mi chiamo Laura, classe 1971, piemontese di origine (papà Renato orgoglioso vercellese), brianzola d’adozione (Luca mio marito residente lì), amante di Milano sin da piccola (mamma Antonia milanese ha avuto la sua influenza sui miei gusti). Ho studiato Scienze dell’educazione e della formazione e lavoro da sempre in ambito sociale ed educativo, cercando di bilanciare come posso il mio ruolo di mamma (Andrea, Viola e la pelosina Pixie), con quello di lavoratrice a tempo pieno ed ora anche di blogger!.
Era circa nel 2008 quando si è impossessata di me una dolce ossessione, sfornare dolci, preparare dessert, studiare, fare corsi per imparare tutte le tecniche della brava pasticcera!
Fare dolci essenzialmente mi da gioia, è così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *