lattine di pesche sciroppate

Non so capita anche a voi di trovarvi in dispensa un paio di lattine di frutta sciroppata… a me sì.

A dir la verità, non ricordo nemmeno il motivo di questo acquisto, forse a causa di un’ansia da “riempimento di dispensa”, forse perché avevo in mente una ricetta mai realizzata, forse perché mi trovavo in un Carrefour francese dove ho comprato qualunque cosa, anche le pesche sciroppate!!!

Sta di fatto che guardando meglio le lattine mi accorgo dell’imminente scadenza timbrata sulla confezione, allora urge inventarsi qualcosa.

Questa dolce  alle pesche sciroppate è veloce da preparare e delizioso per la merenda.

Vediamo come l’ho realizzato.

torta alle pesche sciroppate finita e pronta da assaggiare

 Ingredienti

2 lattine di pesche sciroppate che vi guardano languide dalla credenza
180 gr farina bio (io uso quella di IRIS)
120 gr di zucchero
150 gr di burro
3 uova bio
lievito 1 bustina
una manciata di gocce di cioccolato
un pizzico di sale

Procedimento

Tranquille, vi richiederà 10 minuti massimo 15

  • Fate sciogliere il burro in un pentolino a fuoco basso e mettete da parte. Accendete il forno a 180 gradi.
  • In una ciotola montate le uova con lo zucchero finché non diventano gonfie e spumose. Aggiungete la farina setacciata con il lievito e a filo,  il burro sciolto. Mescolate bene e aggiungete le gocce di cioccolato.
  • Tagliate a fette  le pesche sciroppate ben scolate e asciugate con carta da cucina.
  • Versate in uno stampo imburrato e infarinato (io ho usato la polvere di mandorle)  e infornate a 180 °C per circa 40 minuti.
  • Sfornate e fate raffreddare del tutto prima di sformare e servire cosparso di zucchero a velo.
Gnam Gnam!
torta alle pesche sciroppate sfornata

Laura Bosio

Mi chiamo Laura, classe 1971, piemontese di origine (papà Renato orgoglioso vercellese), brianzola d’adozione (Luca mio marito residente lì), amante di Milano sin da piccola (mamma Antonia milanese ha avuto la sua influenza sui miei gusti). Ho studiato Scienze dell’educazione e della formazione e lavoro da sempre in ambito sociale ed educativo, cercando di bilanciare come posso il mio ruolo di mamma (Andrea, Viola e la pelosina Pixie), con quello di lavoratrice a tempo pieno ed ora anche di blogger!.
Era circa nel 2008 quando si è impossessata di me una dolce ossessione, sfornare dolci, preparare dessert, studiare, fare corsi per imparare tutte le tecniche della brava pasticcera!
Fare dolci essenzialmente mi da gioia, è così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *