La storia di questa tortina (gluten free) è curiosa da raccontare.

Per chi ancora non lo sapesse lavoro da un po’ di tempo all’ombra dei nuovi grattacieli di Milano, zona Isola, Bosco Verticale e giù di lì.

La zona è davvero carina e si sta popolando di locali altrettanto accattivanti: puoi trovare dalla pizza biologica, alla trattoria siciliana, passando da pub irlandesi e ristoranti vegani.

Noi city user abbiamo affinato una certa capacità nell’identificare  quei posti che ti servono meglio in pausa pranzo, cioè quelli che offrono cibo sano e leggero in grado di farti affrontare con un certo slancio il pomeriggio lavorativo.

Tra questi c’è sicuramente CIBARIO.

Un posticino che fa gastronomia take away ma non è una rosticceria al prezzo di un ticket restaurant.

I menù settimanali di Cibario offrono sempre spunti per ordinare un pasto caldo, sano e anche molto gustoso. Le origini piemontesi dello chef si fanno sentire per la qualità delle proposte come gli agnolotti e i tagliolini. Non mancano piatti gluten  free o vegetariani, che giungono caldi a domicilio, o in sede di lavoro.

Un giorno ho ordinato anche il dessert: la caprese al cioccolato bianco e ne sono rimasta folgorata. Caspita! Sanno fare anche i dolci qui! Sono passata a congratularmi con loro e non ho potuto fare a meno di farmi dare la ricetta (faccia tosta!)

Monoporzione

L’ho rifatta per Cuore di burro e vi assicuro, non tradisce! Ne sarete felicemente impressionati quando la gusterete con un una tartare i fragole fresche!

Grazie a Cibario!

Il mio pranzo da Cibario

Ingredienti per una tortiera da 24 cm

  • 140 g di zucchero a velo
  • 240 g di farina di mandorle
  • 220g di cioccolato bianco
  • 1/2 baccello di vaniglia
  • 1 limone non trattato
  • 6 uova
  • 80 g di zucchero
  • 60 g di fecola di patate
  • 8g di lievito per dolci
  • 120g olio extravergine d’oliva

Preparazione

Unite la farina di mandorle allo zucchero a velo ed i semi della bacca di vaniglia, la maizena, il lievito e la buccia di limone grattugiata. Infine il cioccolato bianco grattugiato.

Impasto della caprese

Montate le uova con lo zucchero semolato fino a triplicarne il volume, aggiungete l’olio a filo.

Con una spatola, unite la miscela di polveri e amalgamate bene.

Versate il composto in una tortiera di 24 cm di diametro imburrata e infarinata con fecola di patate.

Infornate a una temperatura di 200° per i primi 5 minuti e poi lasciate cuocere per altri 45 minuti a 160°.

Lasciate raffreddare il dolce nella tortiera e sformatelo quando sarà tiepido.

Lasciatelo riposare qualche ora, spolverizzatelo con zucchero a velo se se vi piace, aggiungete della frutta fresca.

Ci stanno benissimo le fragole o i mirtilli.

Approvata da Viola!
fasi di preparazione

Laura Bosio

Mi chiamo Laura, classe 1971, piemontese di origine (papà Renato orgoglioso vercellese), brianzola d’adozione (Luca mio marito residente lì), amante di Milano sin da piccola (mamma Antonia milanese ha avuto la sua influenza sui miei gusti). Ho studiato Scienze dell’educazione e della formazione e lavoro da sempre in ambito sociale ed educativo, cercando di bilanciare come posso il mio ruolo di mamma (Andrea, Viola e la pelosina Pixie), con quello di lavoratrice a tempo pieno ed ora anche di blogger!.
Era circa nel 2008 quando si è impossessata di me una dolce ossessione, sfornare dolci, preparare dessert, studiare, fare corsi per imparare tutte le tecniche della brava pasticcera!
Fare dolci essenzialmente mi da gioia, è così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *